La preparedness come risposta a COVID-19: dal Ministero della Salute il documento per fronteggiare il possibile aumento dei casi nella stagione autunno-inverno

Nella attuale situazione di incertezza sul futuro a breve termine in cui ci ha gettato l’arrivo di SARS-CoV-2, risulta estremamente difficile prevedere cosa succederà e la preparazione è l’unica arma disponibile.

Nella attuale situazione di incertezza sul futuro a breve termine in cui ci ha gettato l’arrivo del nuovo virus SARS-CoV-2, risulta estremamente difficile prevedere con esattezza cosa succederà e la preparazione, o preparedness, è l’unica arma disponibile.

La preparedness nelle emergenze di sanità pubblica comprende tutte le attività volte a minimizzare i rischi posti dalle malattie infettive ed a mitigare il loro impatto durante una emergenza di sanità pubblica, a prescindere dalla entità dell’evento (locale, regionale, nazionale, internazionale). Durante una emergenza di sanità pubblica sono richieste capacità di pianificazione, coordinamento, diagnosi tempestiva, valutazione, indagine, risposta e comunicazione.

Come indicato nell’articolo “COVID-19: arrivare preparati all’autunno” pubblicato su Epidemiologia & Prevenzione, le misure sin qui realizzate rendono evidente che il riconoscimento tempestivo e l’interruzione precoce delle catene di contagio rappresentano la risposta più efficace per la protezione della popolazione: è pertanto su queste attività che devono concentrarsi gli sforzi di investimento e adattamento del sistema, insieme al supporto alle attività di ricerca scientifica. Appare chiaro a tutti che arrivare impreparati al periodo autunnale con una eventuale seconda ondata importata da altri paesi non sarebbe ammissibile.

L’importanza del rafforzamento del livello di preparedness è ribadita dalla circolare “Elementi di preparazione e risposta a COVID-19 nella stagione autunno-invernale”, predisposta dall’Istituto Superiore di Sanità in collaborazione con il Ministero della Salute ed il Coordinamento delle Regioni e Province Autonome (PPAA).

Scopo del documento è supportare la verifica e, se necessario, il rafforzamento dello stato di preparazione dei sistemi sanitari nelle Regioni/PPAA al fine di poter fronteggiare un probabile aumento nel numero di nuovi casi di COVID-19 nei prossimi mesi.

Partendo dall’analisi delle criticità affrontate nelle prime fasi dell’epidemia e dei punti di forza messi in campo, vengono forniti elementi utili di preparazione e risposta analizzando i possibili scenari futuri. In particolare la circolare sottolinea che gli scenari per l’autunno, in termini di impatto sul sistema sanitario, dipenderanno molto da alcune incognite:

  • trasmissibilità di SARS-CoV-2 a fine estate
  • trasmissibilità di SARS-CoV-2 nelle scuole
  • grado di accettazione delle misure igienico-sanitarie e comportamentali per la prevenzione della trasmissione di SARS-CoV-2 da parte della popolazione generale
  • capacità di risposta da parte dei sistemi di prevenzione e controllo.

 

Scarica la circolare del Ministero della Salute ed il documento “Elementi di preparazione e risposta a COVID-19 nella stagione autunno-invernale”

Scarica il documento “Prevenzione e risposta a Covid-19: evoluzione della strategia e pianificazione nella fase di transizione per il periodo autunno-invernale” trasmesso con Circolare del Ministero della Salute del 12/10/2020 Prot. 32732


Ultimo aggiornamento: 16 Ottobre 2020

×

Question-Time.it

×

Contatti

Effetti srl

Via G.B. Giorgini 16 - 20151 Milano
email: effetti@effetti.it
web: www.effetti.it - www.makevent.it

Chiudi

×

Password dimenticata

Password dimenticata

Indirizzo email non valido

Password dimenticata

Inserisca il suo indirizzo email. Riceverà un messaggio con il link per effettuare il reset della password.